Artrosi del pollice: Basta il tutore?

I professionisti della mano, di solito realizzano un tutore per pollice in modo artigianale, che sia allo stesso tempo traspirante e resistente, utile per tenere la notte e facile da rimuovere perchè chiuso solo con dei velcri a strappo. Il motivo per il quale si usa un tutore per il pollice, è perchè bisogna tenere quanto più possibile a riposo una delle articolazioni più complesse del corpo umano.

Il tutore che si usa per la notte, è giusto di riposo e per riuscire ad avere l’articolazione riposata per il giorno seguente in vista dei tantissimi movimenti che si fanno quotidianamente. Durante il giorno invece, c’è bisogno di un tutore del pollice meno artigianale, realizzato con il materiale con il quale vengono realizzate le tute da sub.

Con un tutore per il pollice realizzato su misura, si potranno svolgere tante attività quotidiane che in assenza non potrebbero essere portate a termine. Lo scopo del tutore è quello di sostenere l’articolazione “malata”, spostando il carico sulle articolazioni immediatamente a monte e a valle».

Questo prodotto ortopedico è consigliatissimo per chi soffe di artrosi al pollice e vuole evitare l’intervento chirurgico. L’artrosi del pollice conosciuta come rizoartrosi, è una degenerazione delle articolazioni del pollice, molto limitante perchè causa dolore anche nelle piccole attività quotidiane come può essere stringere una maniglia.

Da questa patologia del pollice è difficile guarire al 100%, ecco perchè viene spesso consigliato l’uso di tutori invece di interventi chirurgici. Seguendo un iter diagnostico disciplinato, si può ridurre di molto il dolore e riuscire a convivere con questa patologia anche migliorandola col tempo.