Piede piatto: plantari e scarpe ortopediche.

Quella del piede piatto è una delle patologie ortopediche più ricorrenti e colpisce chiunque sia in età infantile che adulta. Esistono diversi rimedi per il pes planus o comunemente chiamato piede piatto, ed ognuno di essi varia in base all’età del soggetto che è interessato da tale patologia disformica.

Il termine “piatto” viene usato perchè in tale patologia si va incontro a valgismo del piede che si manifesta nel paziente mediante l’appiattimento o l’assenza dell’arcata plantare del piede.

Fino al secolo scorso, la patologia del piede piatto veniva indicata come problematica invalidante, soprattutto nei bambini, oggi invece viene riconosciuto che il piede piatto può essere una condizione semplicemente fisiologica in bambini di età inferiore ai 3 anni.

Ciò è stato ribadito in quanto in tale età la formazione del sistema scheletrico e muscolare del piede dell’individuo, associata ad una massiccia presenza di adipe può mostrare l’appiattimento dell’arcata plantare e mostrare visivamente una superficie d’appoggio superiore alla media.

Di norma dunque, i pediatri consigliano ai genitori di correre ai ripari in caso di piede piatto solo dall’età di 4 anni, visto che come detto in precedenza essa in età inferiore non è considerata una patologia ma una condizione naturale dettata dal fatto che il bambino non ha ancora iniziato a camminare del tutto.

I plantari ortopedici

Per curare il piede piatto sono indicatissimi sia i plantari ortopedici che le scarpe ortopediche, prodotti ortopedici scelti singolarmente o in abbinata in base alla gravità dell’appiattimento dell’arcata plantare.
I plantari ortopedici sono indicati per il trattare il cosiddetto piede piatto di secondo terzo grado, nella fascia d’età compresa tra i quattro e i nove anni. La funzione principale del plantare ortopedico è quella di sostenere la volta mediale garantendo un miglior e maggior appoggio soprattutto durante la deambulazione.

L’uso del plantare ortopedico, realizzato rigorosamente su misura dopo aver preso le misurazioni del piede in modo preciso, deve essere accompagnato dall’uso di scarpe per poter agevolare l’alloggiamento del plantare nelle  calzature.

Potrebbe interessarti anche l’articolo Metatarsalgia rimedi o l’articolo informativo sulla Fascite plantare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *